TFM

La principale finalità del prodotto TFM è quella di coprire gli impegni dell’azienda nei confronti dei collaboratori per i quali è stata prevista la corresponsione di un trattamento di fine mandato (TFM) e dei relativi anticipi senza rinunciare ad una forma di risparmio.


TFM prevede un Piano per l’accantonamento del trattamento di fine mandato in singole posizioni individuali facenti parte di un unico contratto collettivo di risparmio.

Gli accantonamenti possono essere corrisposti in ogni momento senza costi aggiuntivi in funzione della frequenza del versamento e senza vincoli di importo; per questo motivo l’azienda ha la possibilità di gestire il piano di risparmio senza esserne vincolata.

Alla cessazione del rapporto di collaborazione di uno dei collaboratori, in qualsiasi momento essa avvenga (anche prima della scadenza di mandato prevista),  la Compagnia mette a disposizione il capitale maturato sulla posizione relativa al collaboratore interessato.

Beneficiari delle prestazioni del contratto sono i singoli collaboratori in relazione alla propria posizione. Ciascun collaboratore ha quindi la certezza che il suo TFM è esternalizzato dal rischio impresa. Inoltre, qualora sulla posizione risultasse un capitale maggiore rispetto al Trattamento di Fine Mandato dovuto, sulla base delle previsioni del mandato, questa eccedenza  andrebbe al collaboratore come benefit aggiuntivo.

  • In caso di premorienza dell’Amministratore, non verrà applicata alcuna ritenuta sugli interessi maturati, se la liquidazione è effettuata a persona fisica.
  • La Società contraente, all’atto dell’erogazione dell’indennità di fine mandato, tanto a favore dell’Amministratore quanto a favore degli eredi in caso di sua morte, dovrà effettuare una ritenuta d’acconto pari al 20% di quanto complessivamente accantonato a titolo di TFM (art. 24, comma 1, ultimo periodo del DPR 29.09.73 n. 600). Per questo TFM prevede un vincolo a favore della Società Contraente per le ritenute di legge a suo carico.

Caratteristiche del TFM

Il TFM può essere attribuito agli Amministratori e ai Consiglieri di società, nonché ai Procuratori e in genere a tutti i collaboratori legati all’azienda da un contratto di collaborazione a progetto.


Il TFM può essere attribuito anche ai soci delle associazioni professionali che ricoprono incarichi amministrativi se previsti dallo statuto dell’associazione stessa.

Altre forme societarie che possono applicare il TFM sono le società di persone (S.n.c., S.a.s.), le società di capitali (S.r.l., S.p.a., S.a.p.a.), le società cooperative.

Il TFM conviene all’azienda per la sua deducibilità piena e immediata delle somme annualmente accantonate, così come è deducibile il TFR dei lavoratori subordinati.

Il TFM conviene al percettore per la facoltà di optare per il regime della tassazione separata, in alternativa a quello ordinario.